L’arte della poesia di Giovanna Giacomini

 

 

Occhi ridenti d’amore sfumano in arcobaleno la condizione esistenziale sublimando il dolore. Nel dialogo con l’anima la ferma certezza dell’oltre non ammette il “punto”, la fine e figlia pensieri di luce, voci della coscienza profonda che legano l’essenza dell’essere allo smarrimento, allo stupore. Tavolozze vivide ricompongono frammenti vissuti punteggiati d’emozione nostalgica consegnata al presente. Sinestesie sbocciano sensoriali ma nulla concedono al fraintendimento della complessità della psiche che indugia sospesa in uno spazio armonizzato sino al cessare del tempo.

 

 

 

Latina, 26 giugno 2022

 

 

 

PENNELLATA D'ANIMA 2.jpg